Archivi tag: colore dei sigari

“OCCHIO AL PURO” L’evento Cigar Club 06

Lunedi 14 Dicembre 2009 alle 20.30, il Cigar Club 06, il club dei fumatori di sigaro cubano della Capitale, è lieto di invitarla a partecipare ad un evento unico nel suo genere: una serata di beneficenza per sostenere i progetti di ricerca dell’IRCCS Fondazione G.B.Bietti di Roma (www.fondazionebietti.it), ma con un “occhio particolare” alla degustazione di uno dei puros prodotti in edizione limitata per il 2009, l’H.Upmann magnum 48.
Gli Oculisti della Fondazione G.B. Bietti, Ente no profit riconosciuto dalla Presidenza della Repubblica e proclamato “Istituto di Ricovero e Cura a Carattere Scientifico” per la disciplina “Oftalmologia”, durante la serata, avranno il piacere di illustrare le ricerche in atto per prevenire e curare le malattie dell’occhio, spesso causa di cecità, in particolare le complicanze oculari legate al diabete.
L’incontro proseguirà, con il patrocinio del Cigar Club 06,  con un dibattito su una delle  leggende tanto care agli aficionados, “Il colore e l’aspetto dei puros quanto incide nella loro selezione”?
Parte del ricavato della serata verrà devoluto all’IRCCS  G.B.Bietti per l’acquisto di innovativa strumentazione oftalmologica.
La serata è rivolta a tutti coloro che vorranno sostenere la ricerca sulle malattie
degli occhi in modo vivace e senza rinunciare al “sabor de la vida”.

Partecipiamo in massa all’evento, uniamoci agli amici del Cigar Club 06, ai ricercatori della Fondazione e a tanti illustri ospiti per una serata indimenticabile.

Costo serata 60Euro (di cui 30Euro andranno a sostegno della ricerca)
Sigaro H Upmann ed.lim 2009
Cena

Caffè Emporio Roma Piazza Dell’Emporio 2 (00153) http://www.caffemporio.com
Per partecipare effettuare bonifico bancario sul conto del Club entro il 9 Dicembre:
IT14d0558403225000000002048 intestato a Cigar Club 06
Effettuato il bonifico inviare email per comunicare l`avvenuto pagamento
Sede Club 06 Viale Giulio Cesare 181
Tel. 06 39737134 info@cigarclub06.it http://www.cigarclub06.it

Annunci

2 commenti

Archiviato in Degustazioni..., Eventi..., News...

Una nota di colore

La foglia più esterna di un sigaro, la capa è come il vestito che avvolge una bellissima donna. Deve essere bello senza macchie, imperfezioni, difetti: il colore deve essere uniforme dalla cima al fondo. Una capa perfetta conferisce al sigaro un valore estetico. Attraverso la sua ispezione i fumatori giudicano la qualità dell’avana.
La foglia da capa deve essere sottile, liscia e senza grosse venature.
Innanzitutto va smentita l’idea che più il sigaro è scuro, più è forte. La capa, che determina il colore, influenza il gusto solo per il 5 – 7%. La finezza della capa non può avere la meglio sul ripieno. Detto questo, la gamma cromatica dei sigari ha una quantità di sfumature pressoché infinita. Esiste comunque una categorizzazione che li divide in 7 colorazioni: Clarisimo, Claro,Colorado Claro, Colorado, Colorado Maduro, Maduro, Oscuro. colorazioni1Un ulteriore lavoro importante viene fatto dagli Escogedor che dividono ulteriormente i sigari dello stesso tipo in una gamma di sei gradazioni all’interno della stessa tonalità, in modo tale che i sigari della stessa scatola abbiano esattamente la stessa colorazione.
A volte ispezionando i sigari risultano evidenti delle piccole macchioline verdi dette più tecnicamente imperfezioni cromatiche. Sono dovute ad un processo di cura delle foglie di tabacco anomalo. Il processo di cura del tabacco dura solitamente da 40 a 50 giorni. Fino a quando il processo di cura non è terminato le foglie non si devono e non possono essere bagnate. Durante il processo di cura le foglie perdono il colore originario verde. Alle volte può capitare che per fattori ambientali o per una certa premura il processo di cura viene completato un po’ prima ed allora avremo qualche macchiolina verde. La presenza di queste imperfezioni non compromette comunque alcun aspetto legato all’organolettica del sigaro. Da un po’ di tempo a questa parte il processo di cura avviene artificialmente (non per tutta la produzione) in ambienti a temperatura ed umidità controllati.

Lascia un commento

Archiviato in Curiosità...